Atlantide è una leggendaria isola scomparsa, citata per la prima volta da platone, nei dialoghi di Timeo e Crizia. Al di fuori di questi dialoghi di Atlantide non vi è alcun riferimento. Il che significa che tutti gli altri riferimenti paiono rifarsi, in una maniera o nell'altra a Platone.Nel racconto di Platone Atlantide era una potenza navale situata "oltre le Colonne d'Ercole" che conquistò molte parti dell'Europa occidentale e dell'Africa 9000 anni prima il tempio di Solone. Oltre a Platone ci furono altri storici e filsofi che credevano nell'esistenza di Atlantide essi furono Strabone e Posidonio. Essendo una storia funzionale ai dialoghi di Platone, Atlantide e dgfeneralmente vista come un mito concepito dal foloso creco per illustrare le proprie idee politiche. La possibile esistenza di un autentica atlantide venne attivamente discussa durante l'antichita classica, mentre si conosce poco durante il medioevo essa fu riscoperta dagli umanisti nell'era rinascimentale come la nuova Atlantide di Bacone.

COME ERA FATTA ALTLANTIDE?

Innanzi a quella foce stretta che si chiama colonne d'Ercole, c'era un'isola. E quest'isola era più grande della Libia e dell'Asia insieme, e da essa si poteva passare ad altre isole e da queste alla terraferma di fronte.In tempi posteriori , essendo succeduti terremoti e cataclismi straordinari, nel volgere di un giorno e di una brutta notte.Tutto in massa si sprofondò sotto terra, e l'isola Atlantide similmente ingoiata dal mare scomparve. »
Secondo Platone il dio Poseidone si sarebbe innamorato di Clito, una fanciulla di Atlantide, e "recinse la collina dove ella viveva, alternando tre zone di mare e di terra in cerchi concentrici di diversa ampiezza, due erano fatti di terra e tre d'acqua ...". Al centro della città vi era il tempio di Poseidone e Clito, lungo 250 metri ed alto in proporzione, rivestito di argento al di fuori e di oricalco all'interno, con al centro una statua d'oro di Poseidone sul suo cocchio di destrieri alati, che arrivava a toccare la volta del tempio. Poseidone e Clito ebbero 10 figli, il primo dei quali, Atlante, sarebbe divenuto in seguito il governatore dell'Impero. La civiltà atlantidea divenne una monarchia ricca e potente e l'isola fu divisa in dieci zone, ognuna governata da un figlio di Poseidone e dai relativi discendenti. Inizialmente il loro era stato un governo saggio e giusto ma la convivenza con i mortali li corruppe a tal punto che Zeus fu costretto ad intervenire, inabissando l'isola.


STEFANO BORZACCHELLI... CIRO BOVE.... LORENZA SEVERINO....Atlantide