Raccolte Differenziate



I rifiuti, la loro gestione ed il relativo smaltimento rappresentano una delle grandi priorità ambientali, poiché coinvolgono tutti gli ambiti e tutto il territorio: dalle campagne al tessuto urbano. Nel 2008 l'Unione Europea ha promulgato la direttiva quadro sui rifiuti che sancisce la nascita della "società del riciclaggio", ovvero una società che cerchi di evitare la produzione di rifiuti e di utilizzarli come risorse. Da questo concetto nasce la necessità di promuovere e facilitare la raccolta differenziata delle varie frazioni che compongono i rifiuti solidi urbani, tra cui gli scarti di cucina che rappresentano la parte più importante dei rifiuti prodotti quotidianamente, con l'obiettivo di produrre energia e compost, chiudendo il ciclo del carbonio organico. La direttiva dà inoltre libertà agli stati membri di adottare misure specifiche riguardo alla frazione organica. Grazie alla sensibilità delle amministrazioni locali, l'Italia è all'avanguardia nello studio di soluzioni che ottimizzano costi e risultati dei sistemi di gestione integrata dei rifiuti urbani.
Il modello italiano è diventato un importante punto di riferimento a livello internazionale.

Con i sacchetti in Mater-Bi® si risparmia l'ambiente, risparmiando sui costi.

Milioni di abitanti in Europa lo dimostrano ogni giorno.
Alla base di una raccolta differenziata efficace ed efficiente c'è una gestione corretta della componente organica dei rifiuti; studi condivisi dalla comunità scientifica e dai tecnici che si occupano di raccolte differenziate, mostrano infatti che, una volta sottratta la componente che genera odori e liquami, le frazioni rimanenti si prestano ad una gestione meno impegnativa, sia sotto il profilo del conferimento che della frequenza di raccolta.

L'importanza del contenitore
Il problema di contenere un rifiuto "pesante" (alto peso specifico), "odorigeno" (alta putrescibilità) ed in parte "liquido", riguarda ognuna delle fasi di stoccaggio, trasporto e trattamento e deve trovare una soluzione coerente a partire dal momento della produzione, all'interno delle singole abitazioni fornendole di:


Sacchetti in Mater-Bi® per l'utilizzo domestico.
Una pattumiera domestica da 7 o 10 lt.
Contenitori per uso esterno da 30/120 lt.


Il sacchetto in Mater-Bi®
Grazie alle caratteristiche intrinseche della materia prima, bioplastica biodegradabile e compostabile ai sensi dello standard europeo UNI EN 13432, e grazie alla sua funzionalità, il sacchetto in Mater-Bi® si è dimostrato uno strumento fondamentale per l'utente e per gli impianti di compostaggio.

Qualità garantita per l'utente:
l'utilizzo del sacchetto garantito dal Marchio Mater-Bi® consente l'igienicità del sistema, in quanto, il sacchetto in Mater-Bi® è trasparente, resistente all'umidità ed agli agenti patogeni.

Compostabilità totale per gli Impianti:
il sacchetto in Mater-Bi®, a differenza di quello in polietilene, si trasforma in compost come la frazione organica che contiene, senza creare ulteriori scarti che devono essere a loro volta smaltiti, consentendo il trattamento in ogni tipo di impianto di compostaggio: dal semplice cumulo statico alle corsie dinamiche. Inoltre, come certificato dal primario istituto Vinçotte che ha rilasciato il marchio OK Compost Home, il sacco in Mater-Bi® è utilizzabile anche nelle compostiere domestiche (studio effettuato dall'Arpa Veneto: osservatorio per il compostaggio anno 2004).

Evoluzione dei prodotti e dei sistemi:
I risultati sin'ora ottenuti dal "sistema areato" sono stati possibili grazie allo stretto rapporto sviluppatosi negli anni tra Novamont, i suoi clienti e le Amministrazioni Pubbliche.
STEFANO BORZACCHELLI.....CIRO BOVE...LORENZO SEVERINO